lunedì 12 marzo 2012

Fra le mura amiche sorridono Crabs & Angels

ANGELS SANTARCANGELO-PAUL MITCHELL PAVIA 89-66
Niente male, davvero niente male… La domenica pomeriggio non cancella la voglia di vincere degli Angels, che trovano all’inizio un insolito sole alle 18, guardano al cielo, vanno sotto nel punteggio. Poi? Beh poi i nostri ragazzi tornano al PalaAngels, sommergono Pavia e chiudono la questione ben prima della sirena finale. Sensazioni di dominio diffuso, eppure bisogna continuare a tenere la testa bassa e lavorare, ragionare in ottica playout e proseguire a macinare quel gioco che è alla base dei successi recenti.
E dire che la gara era iniziata in tutt’altro modo. Furlanetto è chirurgico e nel primo quarto non sbaglia mai (11 con 3/3 dall’arco), Cazzaniga lo sorregge e la Paul Mitchell si trova sopra 6-11 al 4’ con buone scelte in attacco e una difesa più che discreta. Va anche al massimo vantaggio di +8 (12-20) con tre liberi di Maggio, la squadra lombarda, poi Santarcangelo comincia a ingranare e migliora le percentuali. Al primo intervallo si va su un +3 (22-25) che non rende l’idea di come sia andata. Di lì in poi Pavia non riuscirà più ad attaccare la zona di coach Bernardi e proverà a tenere difensivamente, ma gli Angels quando riusciranno a correre scapperanno anche nel punteggio. Il sorpasso arriva sulla prima tripla in campionato di Rivali (31-30 al 14’), poi i gialloblù hanno tanto anche da Pesaresi e Bonaiuti, riuscendo così a chiudere a +11 al 20’ (46-35).
Non è affatto finita, ma la volontà di chiuderla al più presto c’è ed è feroce. Con Pavia a -7 sul 51-44, è un straordinario Pesaresi a trovare la vena giusta per mettere definitivamente in cassaforte l’incontro. Tre triple, un gioco da tre punti ed ecco che Santarcangelo scappa. A “Pesa” poi si aggiunge anche Bedetti, che col contropiede del 27’ sigla il 69-44 che vuol dire 18-0 di parziale e partita di fatto finita. Nel quarto periodo gli Angels sono bravi a tenere la barra dritta, salgono perfino a +30 sul 77-47 e non hanno il minimo segnale di cedimento. Corrono e si divertono, i ragazzi. Il finale sul tabellone recita 89-66.

BASKET RIMINI CRABS-REMET FOSSOMBRONE 75-71
(Fonte: newsrimini.it) I Crabs vincono in volata il match del Flaminio con il Fossombrone grazie soprattutto ad un Bruni formato super: 29 punti con 4/5 da due, 5/11 dall'arco e 6/6 dalla lunetta per il play-guardia toscano, ben coadiuvato da Caceres: doppia doppia per l'italo-argentino, che fattura 15 punti più 12 rimbalzi, e da Gasparin: 9 punti, 6 rimbalzi, 6 recuperi e 4 assist. Perché dagli altri coach Ambrassa ha poco e niente (valutazione negativa per Hassan, Squeo, Filloy e Calegari). 
La Remet parte meglio (0-4), poi 3-7. E' Gasparin con due bombe a tenere in gara i suoi (6-7). Caceres al 4' per il primo vantaggio biancorosso (8-7). Fabi chiude un break di 8-0 che porta i marchigiani a condurre di sette (10-17). Rimini risponde con un 6-0, chiuso da Silvestrini (16-17). Ma il finale è ancora di Fossombrone: 16-20 al 10'. 
Si procede a strappi: i Crabs impattano sul 20-20 (canestro di Silvestrini), Mancinelli e Gotti riportano gli ospiti avanti (20-26). Caceres da solo riporta a contatto i "granchi" (25-26). Bloise per il 28-32. Al riposo il tabellone segna 31-34, dopo due liberi di Perini.
In avvio di terzo parziale Polverelli impatta (34-34). Poi i "granchi" provano la fuga, trascinati da Bruni (45-36 al 25'). Ancora Bruni, al 28', per il +12 (52-40). Al 30' la sostanza non cambia (54-42). 
Una giocata da 4 punti di Bruni regala a Rimini il +14 (58-44) al 32'. Quando il solito Bruni imbuca la tripla del +18 (66-48, con 6 minuti da giocare) sembrerebbe fatta. E invece i ragazzi di Ambrassa si fermano di colpo, subendo un parziale di 2-14 chiuso da Puleo che riapre i giochi (68-62). Il 2+1 di Bloise vale alla Remet il -4 (69-65). Il cesto di Barantani il -2 (69-67). Nell'ultimo minuto Fossombrone si affida al fallo sistematico: Filloy fa 2/2 (71-67). Silvestrini 1/2 (72-68). La tripla di Mancinelli mette paura a Rimini (72-71). Ma a Gasparin le gambe dalla lunetta non tremano (74-71). Puleo fallisce la conclusione dell'aggancio e Caceres mette al sicuro il risultato. Finisce 75-71.

Nessun commento:

Posta un commento