mercoledì 29 febbraio 2012

La Benetton Treviso U19 non vìola la Romagna

Rimini, 23 febbraio 2012
- 
BASKET RIMINI CRABS-BENETTON TREVISO 68-45
CRABS: Scrima, Gamaleri 21, Piastrellini, Tenchev n.e., Zannoni 9, Brighi 6, Brattoli n.e., Marengo, Lopez Rodriguez, Vignali, Dimitrov 15, Bortolin 17.
All.: Gandolfi, Firic.
BENETTON: Contessa 4, Rossetto, Ivanov 17, Bonivento 2, Masocco 8, Cecchinato 4, Vedovato 4, Doum, Iacopini 2, Malbasa 4.
All.: Pasquali, Andreazza.

Arrivano alla Carim di Rimini i Campioni in carica della Benetton Treviso, guidati in panchina dal duo composto dal vice allenatore della Nazionale Canadese, Pasquali Renato e da Andreazza. L’influenza costringe ai box Gaspardo per Treviso e Tenchev per Rimini. E’ un vero e proprio “tsunami” bianco-rosso quello che si abbatte sui trevigiani fin dalle prime battute. I Crabs sono veramente aggressivi e si nota subito come abbiano preparato la partita per limitare gli esterni trevigiani. Aggressività e contropiede le armi dei riminesi per arrivare al 5’ addirittura sul 18-2, dopo essere partiti 9-0. Bortolin, Dimitrov, Brighi e soprattutto Gamaleri sono i finalizzatori delle soluzioni riminesi. Scrima (4 assist su 7 nel primo quarto) è chirurgico nell’alternare contropiede a soluzioni a difesa schierata, magari accentuando la ricerca dei lunghi riminesi. Il primo quarto si chiude 26-2 per i Crabs!
Nel secondo periodo gli ospiti rallentano la furia romagnola con la zona e ritrovano un pò di fiducia. Sono Ivanov e Contessa i più vivi, a cui rispondono Zannoni, Dimitrov e Bortolin per i locali e si arriva al 15’ sul 34-16 e all’intervallo sul 40-25.
Treviso prova ad adattare la sua zona sui lunghi riminesi ma Bortolin è devastante (8/10 e 10 rimbalzi ma anche 6 recuperi e 4 assist) e Dimitrov è bravo a non dare punti di riferimento: il quarto vive un sostanziale equilibrio e si finisce sul 52-41.
Ultimo quarto in cui i locali ritrovano aggressività in difesa lasciando ai trevigiani solo 4 punti (16-4 il parziale) e si finisce sull’imprevisto (sopratuttto nelle proporzioni) 68-45.
-


Santarcangelo di Romagna (RN), 27 febbraio 2012

ANGELS SANTARCANGELO-BENETTON TREVISO 81-76 d.t.s.
ANGELS: Bianchi 6, Lucchi 18, Raffaelli 12, Ricci, Del Turco 2, Moretti 6, Botteghi 14, Rinaldi 19, Meledje 2, Albertazzi, Tonini 2. All.: Carasso.
BENETTON: Contessa 1, Rossetto 8, Ivanov 14, Bonivento 11, Masocco 10, Davis 8, Cecchinato 12, Vedovato 4, Dioum, Rappo 8, Iacopini, Malbasa.
All.: Pasquali.
-
Non ci sono parole per descrivere l'impresa che i nostri ragazzi hanno compiuto nuovamente. Due punti importantissii contro una corazzata del calibro della Benetton Treviso e per di più dopo un supplementare e aggiungiamoci anche l'assenza di Bedetti a letto influenzato, una di quelle partite tiratissime e che fanno amare sempre di più questo sport. Ottimo inizio degli Angels che fin da subito giocano insieme e trovano ottime soluzioni di squadra, Lucchi in penetrazione è mortifero, Raffaelli mette due triple ma dall'altra parte una fisica Benetton trova canestri con arresti e tiri a centro area. Si segna da ambo le parti e nessuno prende il largo fino ad un primo minibreak Angels a fine periodo (24 - 17). Nel secondo periodo Treviso sul finale si rifà sotto, Rinaldi trova due buone soluzioni da sotto e all'intervallo siamo (36 -35). Il terzo periodo è tutto Clementino, ottima pressione sulla palla e intensità, Treviso segnerà 7 punti in questo periodo, Botteghi è su tutti i rimbalzi c'è aria di Impresa. Ma è tutt'altro che finita, nell'ultimo e decisivo periodo a 6' dalla fine il pressing trevigiano manda fuori giri i gialloblù che perdono palloni importanti e in attacco non attaccano con la dovuta calma. Partita riaperta, a 2' dalla fine Davis impatta sul 64 pari. Dall'altra parte Lucchi  mette una tripla clamorosa, Angels sul + 3. Bonivento risponde sempre da tre, perfetta parità. Poi Lucchi subisce fallo; 1/2 dalla lunetta così come Rinaldi che a un possesso e poco più dal termine  porta gli Angels sul + 2. Si difende e Vedovato impatta il match a 8"dalla fine. Time- out Angels ma sulla successiva rimessa non entra il jumper della vittoria.....servono altri 5' per aggiudicarsi la posta il palio. Va in vantaggio Treviso inizialmente ma Rinaldi accorcia le distanze, poi Lucchi si carica il peso offensivo della squadra subendo falli e tirando i liberi con freddezza glaciale, in difesa non si passa e siamo qui a raccontare l'ennesima vittoria del CUORE ANGELS. Grandi Ragazzi!!
-

Nessun commento:

Posta un commento