lunedì 20 febbraio 2012

Angels e Crabs sconfitti a Trento e a Ferrara

BITUMCALOR TRENTO-ANGELS SANTARCANGELO 82-66
Di un altro pianeta. Punto e basta. Livello davvero alto per questa Bitumcalor Trento, che regola gli Angels 82-66 e vola ancora in vetta alla Divisione Nord Est. Niente da fare per i nostri e striscia di vittorie che si ferma a due, ma il rammarico resta solo per questa notte, perché questa è una sconfitta contro un vero squadrone. Prima di raccontarvi un po’ la partita, però, permetteteci di omaggiare il tifo gialloblù, presente con quattro coraggiosi rappresentanti anche in un sabato sera ancora invernale in quel di Trento. La foto è tutta per loro, simboli viventi di una passione che non può tramontare e che darà, ne siamo sicuri, la giusta carica ai nostri ragazzi per tutto il resto del campionato.
In campo Rivali e Broglia combinano per un 2-7 di buon auspicio ma Pazzi, già leader dei suoi nella gara d’andata, ricuce in un amen. Angels al comando ancora con il duo Rivali-Broglia e padroni di casa che invece agganciano per la prima volta al 7’ quando si accende Forray (11-11). All’11’ la gara è ribaltata, perché la Bitumcalor, forte del suo roster nel quale è davvero difficile individuare punti deboli, va col parziale di 10-0 che porta il punteggio sul 16-11 (Conte scatenato). Broglia in ogni caso non ne vuole sapere di fermarsi, Ancellotti lo segue a ruota e la gara rimane tutto sommato in equilibrio. Quando Ancy al 15’ centra la tripla si è addirittura sul 20-20, il che depone a favore dei clementini, autori di un’ottima prestazione. Poi si inizia ad aprire il fuoco, con Trento che sulla scia di due bombe va 28-20, gli Angels ancora con due triple di Bedetti e Palermo a riportare l’incontro sui binari dell’equilibrio (28-26) e la Bitumcalor a riscappare via in chiusura di tempo coi bengala di Conte e Fiorito (34-26).
Il senso è che non ci si può rilassare neanche un minuto, tale è la quantità di armi a disposizione della squadra trentina. Il secondo tempo si apre con due uomini sul palcoscenico su tutti: Forray e Broglia. Il primo ne mette 6, il secondo 4 e il risultato è una squadra locale che per la prima volta arriva in doppia cifra di vantaggio (40-30). Col passare dei minuti la forza d’urto di Trento si fa sempre più pressante e, man mano che vengono fuori altri protagonisti, la Bitumcalor può scappare nel punteggio nonostante un buon Palermo. Spanghero è l’anima del 49-33 al 25’, un vantaggio che purtroppo rimarrà più o meno tale per la prosecuzione dell’incontro. Al 30’ si è sotto di 15 (61-46) e al 33’ Pazzi mette addirittura il 71-49. Pascolo coi liberi sigla il +23 al 36’ (77-54), Bedetti, Silimbani e Pesaresi accorciano ma non c’è più niente da fare. Vince Trento 82-66.
Angels
Lotta a rimbalzo tra Pazzi ed i clementini Ancellotti e Bonaiuti

MOBYT FERRARA-BASKET RIMINI CRABS 60-52
Battuta nel titolo a parte, la Mobyt vince con pieno merito una partita splendida.
Peccato però che a chiuderla sia una tripla di tabella di Maggiotto, lanciata per aria dal giocatore ferrarese che non si era accorto dello scadere dei 24". I Crabs avrebbero avuto 10" sul 55-52 per provare a forzare l'overtime... Peccato, ma che cuore questi Crabs che contro la corazzata ferrarese - priva peraltro dell'ottimo Benfatto - hanno tenuto viva fino in fondo una partita meravigliosa, intensa ed emozionante.
La Mobyt parte forte, segna in attacco e chiude bene in difesa, annullando Bruni e le ricezioni profonde dei lunghi riminesi. A fine primo quarto il -11, 25-14, sembra già un buon risultato.
Dal secondo quarto però la difesa biancorossa alza il tono: da qui in poi la partita diventa una battaglia, dura e legnosa. Si segna poco, si randella parecchio, davanti a 1.600 spettatori. Che goduria!
La Mobyt sembra comunque poter gestire il vantaggio, ma nell'ultima frazione succede l'imponderabile: Ferrara da tre scaglia solo mattoni e ad 1'dalla fine Filloy segna il canestro del -2, 53-51. Campiello sfrutta un mismatch e allunga, 55-51, poi Silvestrini accorcia facendo 1/2 dalla lunetta. Ed arriva il goal di Maggiotto che chiude la contesa, negando un meritato tentativo di pareggio. I Crabs sono frastornati e Cortesi recupera ancora palla e fissa il punteggio dalla lunetta.
Finisce 60-52.
www.basketriminicrabs.it
Crabs
Una penetrazione centrale dell'ala estense Andrea Campiello

Nessun commento:

Posta un commento