sabato 10 dicembre 2011

La stella dei Portland Trail Blazers si ritira

Clamoroso nel mondo Nba: Brandon Roy dovrebbe annunciare a breve il suo ritiro dal basket. La guardia dei Portland Trail Blazers soffre di un problema cronico alla cartilagine delle ginocchia che ne ha pregiudicato tutta l'ultima stagione, e potrebbe decidere di appendere le scarpe al chiodo all'età di 27 anni. Per la franchigia sarebbe una grande perdita, ma, analizzando a fondo la situazione, potrebbe anche trattarsi di un risparmio altissimo (l'ingaggio di Roy è il più pesante per i Blazers) senza ricorrere alla clausola di amnistia, che prevederebbe di pagare il cestista, ma senza includerlo nel tetto salariale del roster.

"Il nostro piano adesso è di non usare l'amnistia - ha detto il patron dei Blazers Larry Miller - Ci aspettiamo che Brandon faccia parte di questa squadra quando la stagione inizierà". Ma molto probabilmente non sarà così: fonti vicine a Roy indicano che la decisione è quasi presa, e si attende solamente la conferma nelle prossime ore. Tanto il dispiacere nel mondo del basket, a cominciare dall'All Star dei Miami Heat LeBron James, che su twitter scrive: "Non posso credere che sia vero, se ne andrebbe una delle due migliori guardie di tutta la Lega".



E’ ufficialmente finita l’attività agonistica nella Nba di Brandon Roy. A soli 27 anni, il miglior Rookie 2007 ha dovuto appendere gli scarpini al chiodo per un problema al ginocchio che ne mina la salute fisica: “E’ un giorno molto difficile e doloroso - dice la guardia in un comunicato diffuso nella notte Usa dalla franchigia dell’Oregon -. Amo il basket, i Portland Trail Blazers e i nostri tifosi, ma dopo essermi consultato con i dottori ho capito di aver subito un infortunio che pone fine alla mia carriera. La mia famiglia e la salute sono le cose più importanti per me e alla fine questa decisione l’ho presa per loro e per la qualità della mia vita. Ringrazio tutti a Portland: è stata una cavalcata fantastica”.
Roy chiude con 321 partite e una media di 19 punti a partita.

Nessun commento:

Posta un commento