venerdì 16 dicembre 2011

Ibr e Angels scendono in corsia per A.R.O.P.

Con l'avvicinarsi delle festività natalizie, Insegnare Basket Rimini ha deciso di rivolgere uno sguardo al territorio, nello specifico ad Arop, l'Associazione Riminese di Onco-ematologia Pediatrica che si occupa del supporto e dell'aiuto a bimbi e ragazzi ricoverati presso l'omonimo reparto dell'Ospedale "Infermi" di Rimini e alle loro famiglie. Tutta Ibr, dirigenza e tecnici, destinerà la consueta cifra stanziata per i regali di Natale ad Arop, ritenendo così di interpretare nel modo migliore lo spirito e le finalità che ne caratterizzano la propria attività. In più saranno destinati ad Arop ulteriori 2310 euro, cioè 10 euro della quota associativa (120 euro) versata dai 231 bambini tesserati. Proprio questo numero, 231, rappresenta il record storico d’iscrizioni per Insegnare Basket Rimini, che si occupa da sempre di attività giovanile anche in collaborazione con As You per quel che riguarda i bimbi extracomunitari, e con la Fondazione della Cassa di Risparmio, per i bimbi residenti a Rimini con difficoltà economiche.
Mercoledì 14 dicembre alle ore 14.30, cinque mini atleti Ibr e cinque giocatori Angels incontreranno al reparto di Onco-ematologia Pediatrica dell’Infermi i bimbi meno fortunati e consegneranno loro i regali di Natale.
Arop è una Onlus che dal 2006 opera sul territorio riminese - spiega il Presidente di Arop, Roberto Romagnoli -. Il reparto di Onco-ematologia pedriatica è un centro importante per tutto il paese e Arop s’impegna da diversi anni per cercare di dare un sostegno concreto all’attività. Come? Attraverso contributi per la formazione del personale, l’acquisto di macchinari, l’accogliere in appartamenti in foresteria le famiglie più in difficoltà dei pazienti. Oppure lo stesso acquisto di giocattoli e l’impiego di una psicologa per il reparto”.
Vuole lanciare un appello all’aiuto?
Ai bambini meno fortunati che vivono in questa situazione un pensiero e una preghiera sono sempre graditi. Qualsiasi contributo che la gente comune vuole versare, è bene che sappia che lo si trasmette per intero al contesto ospedaliero”.

Pomeriggio toccante per tutti i protagonisti che l’hanno vissuto. Senza tema di smentita, quella di oggi (mercoledì, ndr) è stata una giornata di grande rilevanza per tutti i protagonisti coinvolti. Cinque mini atleti di Insegnare Basket Rimini, assieme a quattro giocatori Angels e coach Massimo Padovano, hanno fatto visita al reparto di Onco-ematologia pediatrica dell’ospedale Infermi di Rimini, portando ognuno un pacco dono indirizzato a un piccolo paziente. Secondo le richieste pervenute, sono arrivati trenini o pupazzi dei personaggi delle serie animate televisive, più altri piccoli doni. C’era anche il clown “Caramello”, che con i suoi giochi e gli scherzi ha intrattenuto i piccoli in sala.
Ibr ha inteso devolvere dieci euro della cifra associativa (120 euro) per ogni iscritto, raggiungendo così la somma di 2310 euro (231 iscritti) che è stata devoluta ad Arop, l’Associazione riminese di onco-ematologia pediatrica che fornisce un sostegno concreto alle necessità del reparto ospedaliero.
Momenti intensi in reparto che hanno coinvolto i bimbi in biancorosso e i giocatori gialloblu Eugenio RivaliLuca PesaresiGiorgio Broglia e Andrea Ancellotti.
Una visita molto toccante - conferma il presidente di Ibr, Gian Piero Arcangeli -. Siamo venuti qui perché abbiamo sentito il desiderio di avvicinarci a bambini che dovranno lottare per crescere e guarire da una malattia pesantissima. Ci siamo sentiti in dovere di aiutare questi piccoli meno fortunati”.

Nessun commento:

Posta un commento