domenica 16 ottobre 2011

Il Gallo non canta, la Vuelle grida di gioia

SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO-EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 69-66
1° Quarto. Cusin dalla media mette il primo canestro della Vuelle, seguito a ruota dal bel "pick and roll" Cavaliero-Cusin (4-4 dopo 3'30" con Cavaliero gravato già di due falli che lascia il posto a capitan Flamini). Bourousis attacca nel pitturato Cusin. Tripla di Cook, risponde Hackett (8-9 a metà tempo). Nicholas e Hickman sbagliano una lunga serie di liberi ma il biancorosso si fa perdonare con un paio di accelerazioni delle sue. Gallinari infila due canestri immarcabili ed Hairston indovina la tripla dall'angolo dopo una buona rotazione sugli esterni (16-12 a 1'30" dal termine). Hackett infiamma l'Adriatic Arena con un contropiede su Nicholas. Sulla sirena Lydeka trova il canestro del +3 (20-17).
2° Quarto. Tripla di Nicholas in apertura che vale il pari. La Vuelle non ci stà e, trascinata da uno strepitoso pubblico, trova il "combattivo" Lydeka, due triple di Hickman, i liberi di Hackett e Cavaliero dalla media (32-20 a metà tempo). Dopo 10 palle perse di squadra, Milano interrompe il parziale di 12 a 0 dei biancorossi con Mancinelli in penetrazione centrale. Molti falli da ambo le parti e gioco spezzettato, con Cavaliero e Bourousis già arrivati al terzo personale. Radosevic e Hickman si scambiano un paio di schiacciate (38-29 a 1' dalla sosta). Tripla di Hairston, seguita dal primo canestro in maglia Vuelle del campionato di Jumaine Jones, che alza le mani al cielo e ci consegna il 40 a 32 dell'intervallo.
3° Quarto. Avvio con molti errori su entrambi i fronti (43-34 dopo 3'30"). La Vuelle inizia a difendere in maniera molto intensa con capitan Flamini che morde in difesa e recupera 3 palloni di fila. Buon parziale della Vuelle (9-0) propiziato da Jones, Hackett e da un sempre presente Lydeka, bravo a capitalizzare le palle nel pitturato (49-34). Nel finale Hairston in tap-in per il 49-36.
4° Quarto. Prima azione e 4° fallo personale di Cusin. "Triplone" centrale di Jones a cui risponde Giachetti dall'angolo. Cavaliero "da casa sua" mette il 55 a 41, prima di commettere anche lui il 4° fallo. Milano in grossa difficoltà perchè Pesaro continua a mantenere alta la guardia in difesa, concedendo pochi spazi. Hickman per Lydeka, e lo stesso play in penetrazione poco dopo, regalano il +14 (57-43). Ci prova Fotsis a riaccendere l'Olimpia segnando e battendosi nel pitturato (59-49). Bourousis spende il 5° fallo su Hackett. Cook ruba a Hickman che commette fallo antisportivo "da ultimo uomo". Milano pressa, Fotsis e Cook ricuciono lo strappo (63-56 con 1' da giocare). Milano fallisce le conclusioni pesanti con Gallinari e ancora Fotsis. Hackett in lunetta non sbaglia e sul cambio di canestro Nicholas segna in sospensione (65-56). Cavaliero e Hackett in lunetta ne mettono uno a testa; Hairston segna velocemente 5 punti (67-63 con 10" da giocare). Cavaliero questa volta è preciso dalla linea della carità ma Gallinari pesca la tripla del 69 a 66. Sulla rimessa, con 3" da giocare, Cavaliero lancia la palla in cielo e sancisce la fine dell'incontro. 69 a 66 e pubblico in festa.

Nessun commento:

Posta un commento