lunedì 24 ottobre 2011

Angels e Crabs piegano Ruvo e Villafranca

ANGELS SANTARCANGELO-ADRIATICA INDUSTRIALE RUVO 73-63
La striscia è interrotta. Un’ottima notizia per gli Angels, che riprendono a gustare la vittoria dopo quattro sconfitte consecutive che avevano rovinato l’ottimo inizio di Chieti. È il primo successo stagionale nel palazzo amico e arriva in una cornice di pubblico festante impreziosita dalla presenza allegra dei bimbi del minibasket clementino. Tutti insieme a celebrare Rivali e compagni, che la spuntano 73-63 con l’Adriatica Industriale Ruvo di Puglia dopo un match passato praticamente per intero a comandare. Un referto rosa conquistato negli ultimi minuti, ma corroborato da una parte centrale di gara nella quale i gialloblu sono saliti anche a +17, spazzando via tensioni e paure.
Nel primo quarto si segna obiettivamente poco, con Italiano che produce sette buoni minuti in uscita dal quintetto base (4 punti e 2 rimbalzi), Palermo che imbuca la tripla dopo la difficile settimana a livello fisico e dall’altra parte un Valesin come uomo più pericoloso. Il 15-11 del 10’ però dice poco, e allora Santarcangelo decide di premere sull’acceleratore. Una sfuriata vera e propria quella degli uomini di Massimo Padovano, un 14-2 che manda a tabellone il 29-13. Molto bene Broglia e Bedetti, ma è il contributo della squadra ad essere fondamentale nell’ampio vantaggio prima del riposo. Ruvo tenta di rosicchiare qualcosa ancora grazie a Valesin, ma alla sosta lunga si deve accontentare del -14 (40-26).
La prova corale dei nostri è eccellente, ma nel terzo periodo cominciano a farsi vivi per l’Adriatica Industriale i due uomini di maggior prestigio sotto canestro, Antrops e Tagliabue. Grazie ai loro 13 punti in coppia in 10 minuti, gli ospiti recuperano e si riportano in linea di galleggiamento. Gli Angels faticano molto di più a segnare a quando si alza lo sguardo a tabellone a 10 dalla sirena finale, il risultato è quello di una partita tutta da disputare (52-46). Chiarezza vuole che i nostri siano sempre e comunque restati col timone del match ben saldo tra le mani, ma la partita si è comunque giocata fino in fondo. Cinque o sei punti di margine, il tentativo di pressione ospite, la zona locale e tanta, tantissima voglia di vincere. Ingredienti per un finale nel quale Santarcangelo è scappata via grazie alla precisione ai liberi, specialmente quella di un Rivali freddissimo nel finale (7/8 quando contava di più). È vittoria, è grande festa Angels!
-


BASKET RIMINI CRABS-TOSONI VILLAFRANCA 68-62
E sono quattro in fila! In un Flaminio caldissimo i Crabs di Fabrizio Ambrassa regolano anche l'ottima Tosoni Villafranca, disputando un gande secondo tempo, dopo aver subito la vena degli ospiti nella prima parte di gara.
E' infatti la Tosoni a partire fortissimo e a trovare il canestro un po' in tutti i modi, grazie alla vena di Ferrari, Mori e Garofalo su tutti. Dopo i primi 10' il parziale dice 18-24, punteggio che i granchi avevano finora concesso nel doppio dei minuti o giù di lì.
Nel secondo quarto i padroni di casa faticano ancora, ma rimangono attaccati alla partita ed il canestro di Caceres sulla sirena manda tutti negli spogliatoi sul 34-36.
Nel terzo quarto cambia tutto: Silvestrini giuda una difesa ringhiosa e dall'altra parte Bruni e Caceres cominciano a crivellare di triple il canestro ospite: Villafranca segna solo 8 punti ed i Crabs mettono la testa avanti.
I giovanotti di Ambrassa continuano a gasarsi e nell'ultima frazione e si crea una meravigliosa alchimia col pubblico: il vantaggio raggiunge anche le 9 lunghezza e la Tosoni sembra non riuscire più a trovare il proprio gioco.
E quando gli ospiti potrebbero riavvicinarsi ad un possesso di distanza, Caceres segna a giochi "stra-rotti" quello che è una vero e proprio colpo di grazia.
Finisce 68-62 e per i mille del Flaminio il ritorno a casa è una "goduria"!

Nessun commento:

Posta un commento