martedì 9 agosto 2011

“Lo sapevate?” Curiosità sui quindici Azzurri

Dalle pagine del settimanale Superbasket (#30-33) un interessante profilo dei quindici convocati per l'Europeo di Lituania dal coach della Nazionale, Simone Pianigiani.
Forza Azzurri !
-
-
DANILO GALLINARI
NATO A: S. Angelo Lodigiano (LO), 8 agosto 1988
ALTEZZA: 2.08
RUOLO: 3-4
SOPRANNOME: Gallo
ULTIMA SQUADRA: Denver Nuggets
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 15.6 ppg, 4.9 rpg
GIOVANILI: UCC Casalpusterlengo
IN NAZIONALE: 8 presenze, 71 punti (record 14)
-
Lo sapevate?
Danilo Gallinari è stato il primo e finora l'unico italiano a comparire in una gara dell'All Star Game NBA maggiore, partita dei giovani a parte. Ha partecipato alla gara del tiro da tre del 2010 a Dallas, ma è stato eliminato al primo round. Nella sua vita una gara di tiro da tre però l'ha vinta, quella dell'All Star Game italiano del 2006, giocato a Torino, battendo in finale Michael Jordan (attenzione, quello di Cantù, nome completo Michael-Hakim Jordan...) facendo 14/25. Era il 23 dicembre 2006, quel giorno Danilo era all'esordio con la Nazionale maggiore.


ANDREA BARGNANI
NATO A: Roma, 26 ottobre 1985
ALTEZZA: 2.12
RUOLO: 4-5
SOPRANNOME: Mago
ULTIMA SQUADRA: Toronto Raptors
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 21.4 ppg, 5.2 rpg
GIOVANILI: Basket Roma, Stella Azzurra Roma
VITTORIE: Scudetto 2006, Coppa Italia 2004 e 2005 (con Treviso)
IN NAZIONALE: 38 presenze, 607 punti (record 34)
-
Lo sapevate?
Cinque soli giocatori europei hanno completato una stagione NBA segnando oltre 21 punti di media partita. Hanno tutti nomi importanti: Dirk Nowitzki, Drazen Petrovic, Tony Parker, Peja Stojakovic e il quinto è stato Andrea Bargnani quest'anno. Il romano, prima scelta di Toronto nel Draft di cinque anni fa (il giorno che gli ha cambiato la vita è stato il 28 giugno 2006), è però l'unico europeo ad essere mai stato chiamato col numero I delle scelte NBA.


MARCO BELINELLI
NATO A: San Giovanni in Persiceto (BO), 25 marzo 1986
ALTEZZA: 1.96
RUOLO: 2
SOPRANNOME: Beli o Rocky
ULTIMA SQUADRA: New Orleans Hornets
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 10.4 ppg, 28.8 mpg, 41% t3
GIOVANILI: Virtus e Fortitudo Bologna
VITTORIE: Scudetto 2005, Supercoppa 2005 (con F. Bologna)
IN NAZIONALE: 62 presenze, 917 punti (record 27)
-
Lo sapevate?
Al suo primo vero approccio con la NBA, cioè la prima partita della Summer League del 2007, Marco Belinelli fece subito il botto: con la maglia dei Golden State Warriors segnò 37 punti (5/7 da tre, 9/13 da due) contro gli Hornets. Pur trattandosi di un torneo estivo fu una serata da ricordare, che sul momento fece passare in secondo piano i contemporanei debutti di stelle come Kevin Durant e Greg Oden. E rimane seconda prestazione ogni epoca nella storia della Summer League di Las Vegas, un solo punto in meno del record di 38 di Keith Bogans nel 2004. Chiuso il torneo a 22.8 di media in cinque partite, pochi giorni dopo il bolognese firmò un biennale con i Warriors.


STEFANO MANCINELLI
NATO A: Chieti, 17 marzo 1983
ALTEZZA: 2.03
RUOLO: 3-4
SOPRANNOME: Mancio
ULTIMA SQUADRA: Armani Jeans Milano
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 11.3 ppg, 4.1 rpg
GIOVANILI: Fortitudo Bologna
VITTORIE: Scudetto 2005, Supercoppa 2005 (con F. Bologna)
IN NAZIONALE: 102 presenze, 604 punti (record 19)
-
Lo sapevate?
Nel 2008/09, la sua ultima stagione con la Fortitudo, Mancinelli è stato il miglior marcatore italiano del campionato di Serie A (diciottesimo assoluto) segnando 13.8 punti di media. Quelle cifre, peraltro simili a quelle del suo precedente anno bolognese (13.4 di media), restano le migliori della sua carriera, ma il Mancinelli di quest'anno vi si è avvicinato, tornando largamente sopra la doppia cifra di media (11.3 punti). Il secondo anno milanese del Mancio inoltre è stato il suo migliore di sempre a livello di assist, 2.3 di media. Escludendo play e guardie, in Serie A hanno dato più assist di lui solo tre giocatori (nessun italiano): Marty Leunen, David Moss e James White.


MARCO MORDENTE
NATO A: Teramo, 7 gennaio 1979
ALTEZZA: 1.90
RUOLO: 2
SOPRANNOME: Mordy o Mordents
ULTIMA SQUADRA: Armani Jeans Milano
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 5.6 ppg, 47% t3
GIOVANILI: Benetton Treviso e Olimpia Milano
VITTORIE: Scudetto 2006, Coppa Italia 2007 (con Treviso)
IN NAZIONALE: 122 presenze, 701 punti (record 21)
-
Lo sapevate?
I due abruzzesi di questo gruppo azzurro, il teramano Mordente e il teatino Mancinelli, sono gli unici a superare quota 100 presenze in Nazionale. Dall'alto dei suoi 122 gettoni, a Mordente spettano i gradi di capitano, acquisiti nel 2010. Considerando una decina di partite di preparazione e poi quelle dell'Europeo (che speriamo ovviamente siano molte...), Mordente potrebbe scalare parecchie posizioni nella classifica delle presenze azzurre di ogni epoca, che lo vede attualmente al 34esimo posto vicino a grandi nomi come Sacchetti (134), Gentile (132), Myers e Caglieris (131), Carera (129), Ferracini (128), Bosa (123).


ANTONIO MAESTRANZI
NATO A: Chicago (USA), 1 luglio 1984
ALTEZZA: 1.78
RUOLO: 1
SOPRANNOME: Tony
ULTIMA SQUADRA: Fabi Shoes Montegranaro
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 6.8 ppg, 2.1 apg
GIOVANILI: Bartlett High School, Northern Illinois University
VITTORIE: Final Four Legadue 2008 (con Jesi)
IN NAZIONALE: 15 presenze, 105 punti (record 18)
-
Lo sapevate?
Solo il basso numero di tentativi effettuati, al di sotto del minimo per comparire in classifica, ha impedito a Tony Maestranzi di essere incoronato come miglior tiratore di liberi della scorsa Serie A. Il play di Montegranaro ha concluso l'anno con 30/32 dalla linea, per un 93.7% che lo posizionerebbe davanti al leader stagionale della classifica, Rimas Kaukenas, che ha fatto registrare il 90.7% (78/86). Di cinque anni tra A e Legadue, Maestranzi ha chiuso al di sotto del 90% dalla lunetta solo il primo, il 2006/07, la stagione del suo sbarco italiano alla Viola Reggio Calabria.


ANDREA CINCIARINI
NATO A: Cattolica (RN), 21 giugno 1986
ALTEZZA: 1.90
RUOLO: 1
SOPRANNOME: Cincia
ULTIMA SQUADRA: Fabi Shoes Montegranaro
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 7.9 ppg, 2.0 apg
GIOVANILI: Scavolini Pesaro
IN NAZIONALE: 16 presenze, 92 punti (record 13)
-
Lo sapevate?
Andrea Cinciarini, Tony Maestranzi, Daniele Cavaliero: tutti e tre i playmaker della scorsa stagione di Montegranaro sono nella rosa dei 15 nomi per gli Europei. La Sutor è il club che ha fornito più giocatori a questo gruppo azzurro, appunto tre, tra l'altro più o meno tutti nello stesso ruolo, mentre Milano, Roma e Pesaro ne hanno mandati due. Un grande onore per il club gialloblu, arrivato per la prima volta nella massima serie solo sei anni fa. Va però anche detto che tutti e tre i suoi rappresentanti hanno appena lasciato la Sutor: Maestranzi firmato da Siena, Cavaliero da Pesaro e Cinciarini da Cantù, dove debutterà in Eurolega.


GIUSEPPE POETA
NATO A: Battipaglia (SA), 12 settembre 1985
ALTEZZA: 1.90
RUOLO: 1
SOPRANNOME: Beppe
ULTIMA SQUADRA: Canadian Solar Bologna
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 9.2 ppg, 2.0 apg
GIOVANILI: Pol. Battipaglia, Pall. Salerno
IN NAZIONALE: 43 presenze, 260 punti (record 21)
-
Lo sapevate?
Poeta ha 26 anni e da cinque gioca in A, ma alle spalla ha una lunga carriera nelle minori, iniziata addirittura in C1, a 14 anni. Sei lunghi anni (tre in C1, due in B2, uno in B1), degli azzurri di oggi è l'unico ad aver giocato così a lungo nelle minors. In particolare dalla vecchia B1, quella che oggi si chiama DNA, sono passati i soli Carraretto, Cinciarini e Vitali, ma per esperienze piuttosto fugaci e ormai lontane nel tempo. Invece dell'annata in terza serie di Poeta, il 2005/06 a Veroli, si parlò parecchio, in particolare della famosa serata da 51 punti (vittoria sulla prima in classifica Forlì, con 4/5 da due, 8/11 da tre e 19/21 ai liberi) che lo fece conoscere al mondo. Giovanili escluse, nessun azzurro può vantare un record personale così alto in gare ufficiali.


DANIEL HACKETT
NATO A: Forlimpopoli (FO), 19 dicembre 1987
ALTEZZA: 1.98
RUOLO: 1-2
SOPRANNOME: Stallone Italiano
ULTIMA SQUADRA: Scavolini-Siviglia Pesaro
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 14.3 ppg, 3.8 rpg, 2.4 rec.pg
GIOVANILI: Pesaro, St. John Bosco High School, USC
IN NAZIONALE: 15 presenze, 105 punti (record 18)
-
Lo sapevate?
Chiudendo la sua prima stagione pesarese a 14.3 punti di media, Daniel Hackett è stato il primo realizzatore italiano della Serie A di quest'anno, dodicesimo assoluto, unico azzurro tra i primi 40. Notevolissimo il balzo nella produttività offensiva di Hackett tra il suo primo e il secondo anno da pro in Italia: +10 punti tondi tondi, tra il 4.3 alla Benetton e il 14.3 nella sua Pesaro. Dove ovviamente ha goduto di uno spazio maggiore, ma neanche di tantissimo: 28.0 minuti di media contro 17.7 dell'anno scorso.


DANIELE CAVALIERO
NATO A: Trieste, 10 gennaio 1984
ALTEZZA: 1.88
RUOLO: 1-2
SOPRANNOME: Cava
ULTIMA SQUADRA: Fabi Shoes Montegranaro
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 8.6 ppg, 2.0 apg
GIOVANILI: Pall. Trieste
VITTORIE: Coppa Italia 2008 (con Avellino)
IN NAZIONALE: 42 presenze, 208 punti (record 12)
-
Lo sapevate?
A soli 27 anni, Daniele Cavaliero conta già ben 12 stagioni di presenza nella massima serie. Giovanili a parte, il triestino ha sempre e solo giocato nel torneo di A1 o di A, a partire dal suo esordio, l'ormai lontano 31 ottobre 1999, a 15 anni. Un percorso lungo, in lento ma costante miglioramento, passato da sei diverse squadre (la sua Trieste e poi Milano, Roseto, Fortitudo, Avellino, Montegranaro). La settima sarà Cantù.


MARCO CARRARETTO
NATO A: Treviso, 27 ottobre 1977
ALTEZZA: 1.95
RUOLO: 2
SOPRANNOME: Carra, Marchino
ULTIMA SQUADRA: Montepaschi Siena
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 4.0 ppg, 34% t3
GIOVANILI: Benetton Treviso
VITTORIE: Scudetto 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, Coppa Italia 2009, 2010, 2011, Supercoppa 2007, 2008, 2009, 2010 (con Siena)
IN NAZIONALE: 55 presenze, 346 punti (record 26)
-
Lo sapevate?
Coi suoi quasi 34 anni, Carraretto è il giocatore più anziano dell'attuale rosa azzurra, oltre che l'unico over 30 assieme a Mordente, che però ha due anni meno di lui. Il suo rapporto con la Nazionale è però sempre stato ondivago: ha indossato l'azzurro a livello giovanile, ha esordito a livello senior il lontano 14 giugno 2002, ha vinto l'oro ai Giochi del Mediterraneo 2005, poi è uscito dal giro. Per rientrarvi l'estate scorsa a 33 anni, col nuovo ciclo di Pianigiani, da uomo di fiducia del ct. Fresco del quinto scudetto consecutivo, oggi è l'unico mensanino che va in campo con l'Italia.


LUCA VITALI
NATO A: San Giorgio di Piano (BO), 9 maggio 1986
ALTEZZA: 2.01
RUOLO: 1-2
SOPRANNOME: Vito
ULTIMA SQUADRA: Lottomatica Roma
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 3.9 ppg, 1.4 apg
GIOVANILI: Virtus Bologna, Mens Sana Siena
IN NAZIONALE: 46 presenze, 195 punti (record 6)
-
Lo sapevate?
Tra Luca Vitali e Marco Belinelli, classe '86, ci sono meno di due mesi di differenza alla nascita. Entrambi sono nati nella pianura bolognese, in due località, San Giovanni e San Giorgio, che distano solo una ventina di chilometri. Entrambi si sono affacciati al basket con le giovanili della Virtus Bologna, formando una coppia esplosiva fino all'estate del 2003, ma senza mai riuscire a mettere le mani su uno scudettino. Entrambi hanno poi continuato la carriera giovanile altrove, Belinelli alla Fortitudo, Vitali alla Mens Sana, con cui ha vinto uno scudetto juniores. Seguendo strade molto diverse, i due ex gemelli bolognesi si sono poi ritrovati in Nazionale, ma molti anni più tardi.


LUIGI DATOME
NATO A: Montebelluna (TV), 27 novembre 1987
ALTEZZA: 2.02
RUOLO: 3
SOPRANNOME: Gigi
ULTIMA SQUADRA: Lottomatica Roma
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 10.6 ppg, 4.4 rpg, 42% t3
GIOVANILI: Santa Croce Olbia, Mens Sana Siena
VITTORIE: Scudetto 2004, Supercoppa 2004 (con Siena)
IN NAZIONALE: 55 presenze, 367 punti (record 25)
-
Lo sapevate?
Nato in provincia di Treviso (la madre ha origini venete) ma cresciuto ad Olbia, Datome è orgogliosamente sardo. E gli appartengono alcuni primati cestistici della sua regione. Il quindicenne Gigi trascinò il suo club d'origine (ci hanno giocato, allenato o fatto i dirigenti molti suoi familiari e parenti), il Santa Croce Olbia, al titolo Allievi (oggi Under 15) del 2002, primo a tutt'oggi unico scudetto di basket andato in Sardegna. A 17 anni, da decimo-undicesimo uomo del Montepaschi 2003/04, è stato il primo sardo di sempre a vincere uno scudetto maggiore. A vent'anni nell'estate 2007, è stato invece il primo sardo di sempre a giocare partite non amichevoli della Nazionale A.


ANDREA RENZI
NATO A: Genova, 18 agosto 1989
ALTEZZA: 2.07
RUOLO: 4-5
ULTIMA SQUADRA: Tezenis Verona
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 13.6 ppg, 7.1 rpg
GIOVANILI: Don Bosco Livorno, Benetton Treviso
IN NAZIONALE: 11 presenze, 64 punti (record 16)
-
Lo sapevate?
Genovese di San Salvatore di Cogorno, vicino Chiavari, tifosissimo della Sampdoria, Renzi è uno dei rarissimi giocatori di origine ligure capace di farsi strada nel basket pro ed arrivare anche alla Nazionale. La Liguria, regione cestisticamente arretrata, in passato qualche giocatore importante l'ha prodotto, anche se col contagocce: Ario Costa, Marco Bonamico, Lino Lardo (tutti peraltro esplosi lontano da casa), ma parliamo di epoche ormai lontane... Negli ultimi 20-25 anni non ci sono tracce di giocatori liguri in Serie A. Anche se Renzi ad essere precisi è l'unico di questo gruppo azzurro a venire dalla Legadue, campionato scelto per fare esperienza, e dal quale è emerso come rivelazione.


MARCO CUSIN
NATO A: Pordenone, 28 febbraio 1985
ALTEZZA: 2.11
RUOLO: 5
SOPRANNOME: Lumberjack
ULTIMA SQUADRA: Scavolini-Siviglia Pesaro
CIFRE ULTIMA STAGIONE: 6.8 ppg, 4.2 rpg
GIOVANILI: Cordenons, Trieste
IN NAZIONALE: 5 presenze, 20 punti (record 8)
-
Lo sapevate?
Un lungo dal fisico roccioso che tira i tiri liberi con il 75% (quest'anno 42/56) è sempre abbastanza raro. La buona mano di Cusin dalla lunetta non è una novità di questa sua prima annata pesarese. La stagione scorsa a Cremona, in Serie A, il centrone friulano l'ha chiusa leggermente al di sotto del 70% dalla linea (32/47, pari al 68,1%), mentre gli anni precedenti in Legadue a Soresina ha fatto un anno il 70.2% e l'altro addirittura l'82.6%, e nella stagione trascorsa a cavallo tra Fabriano e Ferrara ha finito col 69.4%. Tutto sommato niente male per un 2.11...
-
Gallinari, Belinelli e Bargnani. I “Big Three NBA” della Nazionale italiana di basket

Nessun commento:

Posta un commento