mercoledì 31 agosto 2011

“Ciak, si gioca...”

Ci siamo, l'attesa è terminata. Ha inizio in terra lituana Eurobasket 2011.
Tra poche ore la Nazionale azzurra di Simone Pianigiani affronterà la Serbia sul parquet di Vilnius (palla a due ore 14:15 in Italia) nel primo match del Girone B.
MST27 augura agli Azzurri un grande in bocca al lupo, e apre le danze dei post dedicati alla competizione con qualcosa di particolare ...
Ovvero la campagna realizzata dall'agenzia bolognese D-SIGN per volere di Champion, sponsor tecnico dei nostri atleti, che sarà pubblicata sui principali quotidiani sportivi nazionali per tutta la durata del torneo.
Come riporta spotandweb.it:
“ Il concept creativo si esplicita con l'ideazione della locandina di un film leggendario, che porta il nome dell'ormai consolidato claim Champion 'Where Sport Is True', e di cui il nostro quintetto di top players è protagonista assoluto.”

sabato 27 agosto 2011

Il “Beli” & il “Gallo” in “sessione di tiro”

Nella tre giorni della Nazionale a Rimini in occasione della prima edizione del Trofeo Internazionale Tassoni "Città di Rimini" (trattato nei post precedenti) ho avuto occasione di ammirare da vicino giocatori di grande talento.
I due presi in esame in questo post sono il bolognese Marco Belinelli ed il lodigiano Danilo Gallinari entrambi giocatori di franchigie NBA; il primo nell'ultima stagione ha indossato la canotta dei New Orleans Hornets (squadra di quel mostro sacro che al nome fa Chris Paul) mentre il secondo dopo tre anni giocati al Madison Square Garden in maglia Knicks a campionato in corso si è trasferito ai Denver Nuggets di coach George Karl. Nei video sottostanti (di Sara e di Aldo) le loro conclusioni da distanze siderali nella “sessione di tiro” che ha infiammato un nutrito gruppo presente a tutti gli allenamenti del 105 Stadium.


venerdì 26 agosto 2011

Il Torneo dell'Acropolis di Atene è “nostro”

L'Italia batte la Grecia 82-81 dopo 2ts e vince il Torneo dell'Acropolis. Gallinari MVP
-
Danilo Gallinari, 23 punti nella finale contro la Grecia ed MVP dell'Acropolis
-
Atene. L'Italia batte la Grecia 82-81 dopo due supplementari e si aggiudica per la quarta volta il prestigioso Torneo dell'Acropolis. L'ultima volta fu nel 2001 con Gregor Fucka MVP. Questa volta è toccato a Danilo Gallinari vincere il trofeo come miglior giocatore realizzando 23 punti e migliorando anche il proprio record di punti in una sola gara in Nazionale.
E' la classica vittoria "che da tanta fiducia" per dirla con Gallinari che aggiunge "quello che conta non è stasera, ma quello che verrà fra pochi giorni". Una vittoria che testimonia quando ci tengono gli azzurri a fare bella figura, ma che ha evidenziato lo stato della squadra: "Come più volte detto questa squadra ha bisogno di fare questo tipo di esperienze. Abbiamo iniziato molto bene, ma la Grecia è tornata sotto proprio con l'esperienza che si porta dietro -commenta il ct azzurro Simone Pianigiani- Ho visto un buon atteggiamento, la squadra non si sta risparmiando, ma bisogna vederli crescere, non solo dopo questo europeo che è arrivato, ma anche dopo un altra estate insieme ed altre partite come questa. In definitiva è stato un ottimo allenamento dove ancora oggi non è stato possibile avere tutti i giocatori insieme, dal momento che manca il nostro capitano Marco Mordente. Di sicuro questi ragazzi ci tengono ed è un bene vista la lunga strada che ci attende"

L'Italia gioca bene nel primo quarto. Anche se Bargnani parte dalla panchina ed entra al quarto minuto in campo, l'Italia ha il pieno controllo della propria gara con un attacco fluido e una difesa aggressiva. L'entrata del Mago dal il via al break di 9-2 che da il primo serio vantaggio (9-16). Mancinelli gioca in pratica da libero: chiude tutte le entrate in difesa e distribuisce assist in attacco. Belinelli aiuta nella manovra, Gallinari è la punta insieme a Bargnani, mentre Hackett da fisicità all'attacco azzurro.
Nel secondo tempo a fronte degli 11 punti consecutivi di Bourousis, che riportano in partita la Grecia (24-26) l'Italia segna solo otto punti con una media di 4/15 (4/11 da 2 e 0/4 da tre). Troppo poco. La difesa greca è diventata molto più attenta e l'Italia ha perso la fluidità in attacco del primo quarto. Non c'è la pazienza di fare un passagio in più e cercare un tiro migliore.
Belinelli torna a segnare dopo 9 tiri sbagliati e con 5 punti riporta l'Italia in parità (39-39 al 27'), ma l'ennesimo guizzo greco gela l'Italia (47-43).
L'Italia gioca a sprazzi. Costringe ai 24 secondi la Grecia e con una canestro di Maestranzi si riporta sotto (48-46), subisce una tripla da Fotsis, pasticcia in due azione offensive, poi gioca due azioni per Gallinari che con uno schiaccione su Bourousis e un tiro libero riporta la gara in parità (53-53 al 37'). Mentre la Grecia trova 5 punti da Mavroeidis (che costano a Bargnani il 4 fallo), Gallinari sbaglia due dei successivi quattro tiri liberi che si procura sul ribaltamento (58-55 al 38'). L'Italia mostra carattere. Gioca fino in fondo e con due liberi di Gallo, che non molla di un millimetro, e due di Bargnani arriva a - 1 (60-59 a 16" dalla fine). Fallo sistematico di Mancinelli su Fotsis (62-59 a 13"), battaglie delle panchine che bruciano i time out. Belinelli evita il fallo sistematico greco e pareggia con una tripla (63-63 a 10"). Nuovo time-out. Tira Bourousis e sbaglia: tempi supplementari.
Di nuovo: la Grecia va avanti intercettando un passaggio di Mancinelli e prendendo un prezioso rimbalzo in attacco (67-62) e poi Mago e Belinelli con tre triple riportano l'Italia in vantaggio (69-71 a 98" dalla fine). Replica Zisis (71-71) si va al secondo supplementare.
Zizis è il protagonista del finale greco. Costringe Hackett al quarto fallo e con un gioco da tre porta avanti la Grecia (74-71). Bargnani segna un libero, pressa Bourousis, recupera palla e va a concludere il contropiede (74-74 al 47'). L'Italia, però perde Andrea Bargnani per 5 falli dopo un minuto. 
Mancinelli riporta avanti l'Italia di un punto (79-80 a 39"). Bourousis raccoglie falli e tiri liberi in area (81-80 a 25"). Gallo congela la palla fino a 7' dalla fine e poi entra: sbaglia, ma Mancinelli fa tap-in e riporta l'Italia avanti 81-82 a 5". La Grecia ha l'ultimo tiro con Kaimakoglou che sbaglia: 
l'Italia batte la Grecia e vince il Torneo dell'Acropolis.

Il tabellino
GRECIA-ITALIA 81-82 d2ts (11-20, 31-28, 47-43, 62-62, 71-71)
GRECIA: Zisis 14 (4/9, 0/3), N.Calathes 5 (2/3), Papanikolaou 2 (1/1, 0/2), Fotsis 14 (0/1, 4/8), Bourousis 26 (8/13, 1/4) Koufos 3 (1/5), Vasileaidis 4 (1/1, 0/4), Sloukas (0/1), Xanthopoulos (0/1), Mavroeidis 5 (1/1), Kaimakoglou 4 (2/2, 0/2), Bramos 4 (0/1, 1/3). All.: Zouros.
ITALIA: Hackett 3 (1/2, 0/1), Belinelli 21 (3/10, 4/9), Gallinari 23 (6/9, 1/3), Mancinelli 10 (5/6, 0/2), Cusin 2 (1/1) Cinciarini (0/1), Maestranzi 3 (0/2, 1/1), Carraretto 4 (2/3), Bargnani 16 (5/10, 1/4). N.e.: Vitali, Datome, Renzi. All.: Pianigiani.
ARBITRI: Cmikiewicz(Pol), Belosevic (Ser), Rocha (Por).
NOTE - T.l.: Gre 23/33, Ita 15/21. Rimb.: Gre 39 (Bourousis, Fotsis 7), Ita 43 (Bargnani 11). Ass.: Gre 12 (Zisis 6), Ita 13 (Belinelli, Hackett 4). Progr.: 5’ 6-7, 15’ 19-22, 25’ 38-33, 35’ 53-50. Usc. 5f.: Papanikolaou 39’44" (60-57), Hackett 46’15" (73-71), Bargnani 48’44" (78-78).


giovedì 25 agosto 2011

BRIAN SCALABRINE in prova alla Benetton

Ed ora il sogno potrebbe diventare realtà. Con un comunicato stampa sul proprio sito, la Benetton Treviso riferisce che il campione NBA Brian Scalabrine prenderà parte al ritiro di Domegge di Cadore; dopodiché una volta averlo visto in azione negli allenamenti la squadra della Marca sceglierà se inserirlo in rosa.


domenica 21 agosto 2011

Intervista doppia a Bourousis e Fotsis

Sfida greca ai campioni
«Attento amico Zisis, quest'anno vince Milano»
La coppia Bourousis e Fotsis avverte Siena
«E' la più forte, ma l'abbiamo nel mirino»
-
Lotta sotto le tabelle nel quarto di finale delle Olimpiadi di Pechino 2008.
Gli ellenici Bourousis e Fotsis contendono il rimbalzo agli argentini Scola e Oberto

Ioannis Bourousis e Antonis Fotsis sono una coppia importante. Standogli accanto ti rendi conto di cosa dovranno affrontare gli avversari dell'Olimpia Milano nella prossima stagione. D'altronde per far strada in Europa servono chili, centimetri ed esperienza, tutte cose che di certo non mancano ai due greci.

sabato 20 agosto 2011

Italia-Grecia del quadrangolare di Rimini

È passata quasi una settimana dalla conclusione del quadrangolare che ha visto impegnate le rappresentative di Bosnia, Grecia, Italia e Polonia (in ordine rigorosamente alfabetico) sul parquet del 105 Stadium di Rimini in preparazione di Eurobasket 2011, che si disputerà in Lituania dal 31 agosto al 18 settembre.
E a quasi una settimana di distanza è ancora tanta l'eccitazione nell'aver visto giocare in quello che un tempo, non molto lontano, era il “museo” dei Crabs tanti giocatori di talento come gli azzurri d'oltreoceano Bargnani, Belinelli e Gallinari, i nazionali bosniaci Henry Domercant Mirza Teletovic od il polacco della Felice Scandone Avellino Szymon Szewczyk, per citarne alcuni.
Ma ad avermi impressionato maggiormente per talento e alchimia di squadra sono stati senza dubbio i nazionali greci di coach Zouros. Roster profondo e nomi importanti, tra cui spiccano quelli del centro Kosta Koufos (ultima stagione ai Denver Nuggets insieme al Gallo), Nikos Zisis playmaker del Montepaschi Siena campione d'Italia, Antonis Fotsis e Ioannis Bourousis recenti acquisti dell'Olimpia Milano; il primo lascia il Panathinaikos fresco vincitore di Eurolega, mentre il secondo approda nella città meneghina dopo una parentesi di 5 anni all'Olympiacos. (Approfondiremo sugli ellenici dell'Olimpia nel prossimo post)

Ora però rituffiamoci con video e foto nella finale per il primo e secondo posto tra Grecia e Italia, terminata 82-73 per la truppa di Pianigiani che conquista davanti ai quasi 5mila del palasport riminese la prima edizione del torneo.


mercoledì 17 agosto 2011

“Basket Story on Tour: le mani sulla storia”


In concomitanza con il Trofeo Internazionale Tassoni "Città di Rimini", trattato nel post precedente, il capoluogo romagnolo è stato toccato dalla tappa conclusiva di “Basket Story on Tour: le mani sulla storia” la Mostra-Museo itinerante ideata e realizzata dalla Federazione Italiana Pallacanestro.
Riportate di seguito alcune fotografie della Mostra allestita all'interno del truck mobile, che tra i pezzi più pregiati vanta i due trofei conquistati negli Europei del 1983 e del 1999, la canotta originale indossata da Carlton Myers nella finale dell'Europeo 1999, il tabellino redatto a mano della prima partita giocata dalla Nazionale nel 1937 ed infine una ventina di maglie dei più prestigiosi club italiani.

martedì 16 agosto 2011

Trofeo Internazionale Tassoni "Città di Rimini"

Con la giornata di domenica s'è conclusa la tre giorni a tutto basket del Trofeo Internazionale Tassoni "Città di Rimini" nel quale oltre alla Nazionale azzurra di Pianigiani e dei "Big Three" (Bargnani, Belinelli e Gallinari) sulle tavole del 105 Stadium le rappresentative di Bosnia, Grecia e Polonia si sono affrontate in preparazione dell'ormai imminente Europeo che si disputerà in terra lituana dal 31 agosto al 18 settembre. Di seguito nel post il day by day” della kermesse riminese raccontata dagli articoli redatti dalla FIP e dai video amatoriali girati personalmente. A questo punto non vi resta che cliccare su Continua a leggere...» 

martedì 9 agosto 2011

“Lo sapevate?” Curiosità sui quindici Azzurri

Dalle pagine del settimanale Superbasket (#30-33) un interessante profilo dei quindici convocati per l'Europeo di Lituania dal coach della Nazionale, Simone Pianigiani.
Forza Azzurri !